AI TEMPI DEL COVID 19: DAL CORPO ALL’ANIMA

Con la partecipazione e gli interventi degli illustri professori e professionisti impegnati sul campo nella lotta alla malattia nel nostro territorio.

Il Rotary L’Aquila, in collaborazione con l’Università degli Studi dell’Aquila, il 13 MAGGIO alle ore 15:00 organizza un workshop a distanza di un anno dalla pandemia, per dare occasione di un’aggiornamento su un aspetto in via di chiarimento scientifico che riguarda le conseguenze nel lungo periodo del Covid 19 che continua a produrre ferite nel corpo e nella mente.Durante l’evento verrà presentato e approfondito il progetto rotariano sulle vaccinazioni “We Stop Covid”.Per gli studenti dell’area medica, la partecipazione all’evento dà diritto all’acquisizione di 0,5 CFU, vedesi in merito tutte le info specifiche riportate in locandina.

collegamento CISCO

https://univaq.webex.com/univaq/j.php…

ID Riunione: 1373957606 Password: 37GrCJ2jdpP

Narrare la pandemia

Pandemia e Letteratura
Pandemia e Diritto Privato
Pandemia e Diritto Pubblico

La pandemia derivante dal virus Sars Cov2 ha due facce: una rivolta al passato, che ci ricorda come da sempre il mondo sia stato colpito da episodi pandemici, che hanno ispirato letterati e scrittori, ed uno rivolto al futuro, che mette in discussione assetti di interesse e diritti fondamentali dell’individuo.
Di questo il Rotary vuole discutere, per comprendere e riflettere.

La manifestazione, animata da qualificati Relatori, sarà aperta dalla Presidente e dalla nostra Governatrice Distrettuale.

diretta Video su Youtube https://www.youtube.com/watch?v=Jz-_uFD8jWs

Concluso progetto umanitario in ambito sanitario in Madagascar

Il Rotary Club L’Aquila, guidato dalla presidente Marisa D’Andrea, in qualità di club capofila ha portato a termine il progetto di sostegno umanitario in zone particolarmente povere del Madagascar. Infatti il club ha provveduto ad assicurare l’approvvigionamento per un anno di farmaci di prima necessità e di materiali sanitari, sensibilizzando nel contempo la popolazione per instaurare un meccanismo di sostenibilità atto a garantire la prosecuzione delle attività nel tempo.

Con un’età media della popolazione locale intorno ai 33 anni, alta è la percentuale di donne in gravidanza, per cui si è cercato di migliorare l’attrezzatura di base dei due ambulatori mediante la fornitura di un ecografo portatile con relative sonde e di un lettino da visita ambulatoriale. Oltre il 40% della popolazione è sotto i 15 anni, con una percentuale assai elevata di bambini molto spesso malnutriti, per cui sono state fornite una bilancia pesa-persone e una bilancia per neonati per monitorare lo stato di nutrizione dei bambini e della popolazione in genere

Altre piccole utilities per i due ambulatori malgasci sono state un termometro senza contatto, per controllare gli utenti prima dell’ingresso nella sala d’attesa in questo momento di pandemia, e un vassoio chirurgico inox per la sterilizzazione delle strumentazioni.

In aggiunta ai benefit materiali la popolazione ha ricevuto una formazione con programmi di prevenzione sanitaria per limitare la propagazione delle malattie trasmissibili e per ridurre le complicanze delle malattie inevitabili, con spiegazione dell’importanza della cura delle malattie acute e croniche e con sensibilizzazione della popolazione ai benefici delle vaccinazioni. 

«Purtroppo – ha sottolineato la Dr.ssa Rossella Iannarelli, presidente della Commissione Rotary Foundation del Club L’Aquila – per motivi economici non è prevista al momento sull’isola africana la vaccinazione anti-Covid 19.» Il progetto, per un costo di 12.000 dollari, ha visto la collaborazione dei Clubs L’Aquila-Gran Sasso d’Italia, Avezzano, Sorrento.  

Il Madagascar, uno tra i Paesi più poveri al mondo, ha il 65% della popolazione che vive con meno di 2 dollari al giorno. Target del progetto Rotary è la popolazione dei due quartieri di Ambodirano e di Andohatapenaka, alla banlieue della capitale Antananarivo, con un intervento sui due ambulatori-dispensari gestiti dalle Suore “Petites Soeurs del l’Evangile” e in particolare dalla suora-medico Nella Casasanta che oltre 30 anni fa operava come stimato professionista nella nostra città.

La nostra Pasqua

IL ROTARY CLUB L’AQUILA ha donato questa mattina una poltrona per pazienti con mobilità ridotta all’Hospice diretto dal Prof. Franco Marinangeli. La presidente del club aquilano, Dottoressa Marisa D’Andrea, a capo di una delegazione rotariana ha ribadito con questo gesto generoso l’impegno del Rotary club L’Aquila a favore della sanità della nostra città. Infatti la donazione segue quella di 6 televisori ultrapiatti donati il mese scorso e destinati ai pazienti dei reparti di chirurgia del dott. Roberto Vicentini e di Pneumologia diretto dal Dott. Paolo Carducci. La poltrona scelta per l’hospice è di ultima generazione e sarà di supporto ai pazienti non in grado di muoversi in modo sufficientemente autonomo. Le movimentazioni di schienale e gambale aiuteranno nel passaggio del paziente dal letto alla posizione seduta. “In questa fase storica così complessa e difficile sotto l’aspetto sanitario e non solo – ha detto la presidente D’Andrea – il Rotary Club L’Aquila ancora una volta è vicino alle persone più vulnerabili e fragili. Un segno di vicinanza concreta verso chi vive una condizione di difficoltà” “Questa è la città che ci piace – ha chiosato il prof. Marinangeli. Una società solidale e vicino a chi soffre. Un bel gesto carico di significati positivi”.

CONOSCIAMOL’ACQUA

Noi rotariani abbiamo in testa…”un certo ambiente“:

💧dove le montagne, i fiumi e i mari non sono di plastica,

💚dove non vengono sprecati energia, acqua e cibo,

🌍dove la vita semplice è garanzia di futuro per il pianeta.

Il 21 MARZO alle ore 9:30 vi aspettiamo su zoom per la #giornatarotarianadellasalvaguardiaambientale

CONOSCIAMOL’ACQUA” un webinar organizzato per approfondire e tramandare l’impegno condiviso di tutela del nostro bene più prezioso.

Il forum distrettuale contro la violenza di genere

Care Amiche e cari Amici Rotariani, vorrei, prima che sopravvenga l’oblio, condividere con voi il ricordo del recente Forum “L’educazione di genere per contrastare la violenza: riflessioni e proposte“ di domenica 14 marzo us voluto fortemente dal Governatore Rossella Piccirilli dopo il successo del precedente nostro incontro del 30 novembre “Stop alla violenza degli uomini” che come ricorderete era rivolto ai giovani. Il Forum Distrettuale ha visto la partecipazione di centinaia di soci che hanno attivamente interagito attraverso la chat con commenti entusiastici, riflessioni e spunti per il futuro. Coloro che erano presenti hanno vissuto sicuramente con profonda e indimenticabile emozione la testimonianza in diretta a volto scoperto della signora Sara che con dignità e sofferenza ci ha accompagnato dentro la sua esperienza di violenza, di soprusi cui è stata sottoposta da suo marito davanti al piccolo figlio per lunghi periodi. Per chi non ha potuto partecipare dico solo che sarebbe stato colpito dal coraggio della signora Sara di esporsi ai nostri occhi e alle domande che via via la moderatrice, la giornalista Licia Caprara, le rivolgeva. Coloro che erano presenti hanno apprezzato di certo anche gli interventi del Sostituto Procuratore, Dott.ssa Roberta D’Avolio, della Presidente del Centro Antiviolenza, avvocatessa Simona Giannangeli, che ha voluto sottolineare la funzione di accoglienza del Centro da lei presieduto, della Dott.ssa Rosalba Angeloni, Dirigente della Polizia di Stato, delegata dal Questore, e della Dr.ssa Patrizia Masciovecchio, medico legale, che si è soffermata sul ruolo e sulle responsabilità dei sanitari nel lavoro di rete con le altre istituzioni coinvolte nella lotta alla prevenzione e contenimento della violenza. Mi piace sottolineare, inoltre, che Patrizia Masciovecchio ci rappresenta autorevolmente come Rotary nella rete collaborativa inter-istituzionale necessaria per la lotta alla violenza. Poi la Prof.ssa Ada D’Alessandro ci ha incantato con il suo intervento permeato di speranza di cambiamento sia presentandoci una figura femminile Laudomia Bonanni pioniera, ricca di spunti innovativi, e sia coinvolgendoci in anteprima nella presentazione di un libro del tutto innovativo. Il libro prevede un percorso sulla educazione al genere formativo e partecipato dai giovani alla scoperta dei valori profondi, della storia dell’Aquila nella prospettiva di una crescita personale e una conoscenza dei tesori che si potranno scoprire attraverso… una caccia al tesoro per e nella città. L’ultima parte della giornata è stata definita dai numerosissimi commenti come veramente “innnovativa”, perché chiamava in causa l’uomo, generalmente grande assente, con le sue fragilità e con le sue limitazioni che possono tramutarsi in violenza strisciante o apertamente esplicita. La Prof.ssa Liliana Lorettu, psichiatra forense, “special guest” dell’Università di Sassari, ha affrontato in modo eccellente il tema degli uomini violenti maltrattanti, la necessità di una valutazione della loro storia e di possibili trattamenti. Infine, il Prof. Massimo Casacchia ha terminato il suo intervento invitando gli uomini presenti a scendere in campo a fianco delle donne in modo militante, creando un gruppo di riflessione e di azione sui temi dei comportamenti maschili non più tollerabili in una visione di rispetto reciproco necessario sia durante la relazione affettiva, ma anche al termine di un rapporto di coppia. Alcuni dei presenti hanno già aderito all’invito e se… son rose fioriranno. Un grazie alla bravissima moderatrice Licia Caprara e un ringraziamento al Governatore, Rossella Piccirelli, che ci è stato di stimolo con la sua vicinanza, a Marisa D’Andrea ed Ada d’Alessandro con cui abbiamo condiviso l’organizzazione di un evento delicato e complesso che merita di essere ricordato come contributo concreto del Rotary, che è presente e interviene laddove i diritti umani vengono infranti e negati.

A cura di Massimo Casacchia

6 Televisori per i malati dell’ospedale

Ieri abbiamo consegnato al reparto di chirurgia diretto dal dott. Roberto Vicentini e a quello di pneumologia del dott. Paolo Carducci sei televisori al plasma di ultima generazione con relative staffe per installazione a muro destinati alle stanze che ospitano i pazienti. Questo piccolo gesto potrà essere utile ai malati specie in un periodo tanto difficile e di isolamento. Grazie anche al negozio Trony dell’Aquila che ha sostenuto l’iniziativa operando un forte ribasso sui prezzi di listino delle TV. “Un grazie sentito agli amici del Rotary Club L’Aquila- ha detto Vicentini. Un gesto importante che aiuta e sostiene le persone più fragili”. “Per fortuna – ha poi dichiarato Carducci – esiste una parte di città solidale. Questo ci fa sentire meno soli”.

ll Rotary Club L’Aquila al fianco di tutte le donne

In occasione della Giornata Internazionale per i Diritti della Donna, il Rotary Club L’Aquila ha organizzato, con il contributo operativo della Presidente, Marisa d’Andrea, della Prof.ssa Ada D’Alessandro e del Prof. Massimo Casacchia, un incontro davanti alla “panchina rossa” ubicata (nel 2016, a cura dello stesso Rotary Club) presso la Villa Comunale dell’Aquila per ricordare sia le conquiste sociali, economiche e politiche delle donne e sia le discriminazioni e le violenze di cui le donne sono oggetto in tutto il mondo. Sono intervenuti il Sindaco della città, Dott. Pierluigi Biondi, l’onorevole Dott.ssa Stefania Pezzopane, la Presidente del Centro Antiviolenza, Dott.ssa avv. Simona Giannangeli per portare il loro contributo concreto per il miglioramento della condizione femminile a L’Aquila. La Dirigente del Convitto Domenico Cotugno e Licei annessi, Prof.ssa Serenella Ottaviano, è intervenuta con un messaggio molto intenso in cui ha enfatizzato il ruolo fondamentale della scuola nell’educare i giovani al rispetto e alla legalità. Sono seguiti tre brevi brani musicali molto apprezzati, eseguiti da studentesse del Liceo Musicale del Convitto Cotugno che hanno voluto dare una testimonianza concreta del loro impegno sui temi dell’8 marzo. La Prof.ssa Ada D’Alessandro ha anticipato un progetto “Educare al genere”, che verrà realizzato nelle scuole con laboratori formativi, partendo dalla figura della scrittrice Laudomia Bonanni. Mentre risuonavano le note musicali, è stata piantata da rotariani e da amici del Rotary, con il permesso del Comune, una pianta di mimosa sulla aiuola in prossimità, sia della panchina rossa, ristrutturata dal Rotary, e sia della ristrutturata “bibliotechina” (installata nel 2018, a cura dello stesso Rotary Club), di recente vandalizzata. A fine cerimonia, il Prof. Casacchia ha invitato i presenti, in rappresentanza della comunità, ad “adottare” ed a sorvegliare la mimosa, la bibliotechina e la panchina rossa, piccolo patrimonio di una comunità che rispetta il bene pubblico e la condizione femminile.

Le borse di studio Rotary: Master & Job

Rotary L’Aquila in collaborazione con l’Università degli Studi di L’Aquila ha organizzato un evento dal titolo “Come creare ricchezza per i giovani e per le imprese del nostro territorio: le borse di studio Rotary per il progetto Master& Job”.

“Il Rotary ha sempre dimostrato grande attenzione per questo territori” ricorda il Prof. Agujari. “Le testimonianze di numerosissimi interventi fattivi in favore della cittadinanza, dell’ambiente, dell’arte, della ricerca, delle imprese …. ne sono esempio concreto”. Il nostro Distretto Rotary 2090 ha però sempre creduto anche nei giovani e nella loro forza rigeneratrice; il futuro è nelle loro mani, non possiamo dimenticarlo. Per questo ormai da sei anni, offre numerose borse di studio per partecipare ad un Master di eccellenza al quale possono partecipare laureandi e neolaureati di tutte le facoltà. Le lezioni, quest’anno obbligatoriamente on line, si terranno dal 15 febbraio a fine marzo 2021 e toccheranno temi quali la Comunicazione, in particolare i rapporti interpersonali; l’impresa, dall’idea di business alla creazione di una start up; le banche e le assicurazioni. Gli ultimi due moduli, previo superamento di un esame finale, avranno una valenza formativa certificata a livello europeo.